Chiedo alle Stelle: Lavoro e Amore nel Tema Natale. P.2

Visto che l’idea sta piacendo sia a me che a voi, d’ora in avanti ci sarà un post il mercoledì dedicato alle vostre domande sui vostri temi natali. Ovviamente le risposte saranno pubblicate in forma anonima su zahrayakine.com.

“Buongiorno!
Ho letto con grande interesse le sue analisi astrologiche, davvero molto dettagliate e illuminanti. Le sarei grato se potesse dare uno sguardo al mio tema di nascita, e ancora di più se potesse consigliarmi per quanto riguarda la vita professionale, e sentimentale. […]  In riferimento al lavoro, sono nel complesso soddisfatto ma mi piacerebbe fare un salto di qualità ed essere più produttivo. Mi sento in qualche modo bloccato. […] 
Il lato sentimentale si può dire che non sia mai veramente decollato, in quanto sono sempre stato single a parte una brevissima parentesi […]. 

Grazie per la cortese disponibilità!”

astro_2gw_roberto_dal_blog.37372.216647

Giove dalla Terza Casa si pone in aspetto armonico sia alla Luna che a Marte e Mercurio. Credo di essere davanti ad un grande oratore. Non solo perché Giove è in Terza Casa (settore della comunicazione, stampa, fratelli e vicini) ma anche per questo meraviglioso trigono con Mercurio. Tra l’altro abbiamo Marte, Mercurio e Nettuno (che però non considero in Trigono visto che dista 8° da Giove) in Sagittario che sono governati da Giove, insomma questa non è una persona che parla in continuazione, poco gli manca.

Il Sagittario è un segno arrivista, ma a livello mentale. Lui punta a tutto ciò che è al di sopra della quotidianità, non è legato al materiale. Il Sagittario è superiore. È spirituale, filosofico, studioso.

Tornando al punto di partenza, la Luna, questi sentimenti vengono solleticati da menti illuminate e grandi dialoghi, non da risate, bellezza o tenerezza.

Analizzando anche l’altro pianeta legato all’amore, la Venere abbiamo una situazione che, anche se in maniera molto diversa, mi conferma quello che ho appena sostenuto.

La Venere cade nel segno dello Scorpione, un segno d’Acqua, quindi recettivo. Lo Scorpione scava nel profondo di ciò che riceve, lavora e rielabora.

La mia franca opinione riguardo a questa Venere è che, complice il quadrato a Giove in Terza Casa, non le viene dato modo di essere libera nell’ambito in cui si trova. Ci troviamo anche in una situazione in cui la Casa Quinta, che considero ora come settore dell’atto fisico dell’amore, ospita Plutone. La sfera sessuale di questa persona viene nascosta. Non vedo nulla che porti ad uno stato di sofferenza per la situazione, anzi la si vive con equilibrio e con consapevolezza, ma questo si tramuta comunque in uno stato in cui le relazioni a lungo termine sono messe in difficoltà dai segreti.

La Venere in più si trova congiunta a Urano da questo punto di vista potremmo considerare l’amore come una manifestazione improvvisa. Urano, come ho scritto nel post a riguardo, viene creato da Gea come suo compagno per la vita, ma lui ne diventa talmente ossessionato da volerla solo per sé ed è proprio questo suo atteggiamento che porterà alla rottura tra i due. Una Venere congiunta ad Urano porta, secondo Barbault, ad avere una tendenza a dei colpi di fulmine anche qui con una dose di intelletto molto presente, che spinge il soggetto coinvolto a slanci amorosi che, forse proprio a causa della forte energia in ambito, a sfociare in brusche rotture.

Se consideriamo la Casa Settima come il settore del matrimonio, benché la troviamo vuota, possiamo considerare che al suo interno ci sia di riflesso Giove. La cuspide di questa Casa cade nel Sagittario quindi richiama a sé il suo Maestro Giove. Questo pianeta rappresenta molte cose, tra le quali la fortuna. Giove natale del soggetto cade in Terza Casa ed è nel segno del Leone. Al fine di riuscire nell’intento di avere una relazione stabile secondo me si può provare a cercare, senza ossessionarsi, una persona che sia molto solare e con cui si abbia un buon rapporto comunicativo verbale.

Se questa interpretazione ti sta piacendo, mercoledì prossimo potrai  leggere la terza e ultima parte. Se invece vorresti vedere il tuo tema, SCRIVIMI!

NETTUNO

I pianeti detti generazionali sono tre: Urano, che abbiamo visto nello scorso post, Nettuno e Plutone, che vedremo la settimana prossima. Vengono detti così perché rimanendo in ogni segno per un lungo periodo di tempo segnano una generazione.

La rivoluzione di Nettuno dura 164 anni e 280 giorni, staziona in ogni segno tra i 12 e i 13 anni. Il suo dominio lo troviamo nei segni dei Pesci (femminile) e Sagittario (Maschile). L’esilio in Vergine e Gemelli. Per l’Esaltazione e la Caduta non c’è una linea ufficiale.

Come per quanto riguardava il simbolo di Urano, anche in quello di Nettuno vediamo una sorta di canalizzazione energetica dall’alto verso l’Io. La ricettività di questo pianeta è molto più ampia, lo stesso infatti indica una permeabilità all’ambiente circostante passiva. È importante sottolineare come la ricettività sia inconsapevole perché quando questo pianeta ha una posizione particolarmente importante nel tema può dare vita a sensitivi e medium. Ci apre all’infinito.

In più Nettuno è fortemente legato all’inconscio collettivo.

La sua figura mitologica era Poseidone, diventa Nettuno presso i romani. Lui e i fratelli Giove e Ade si dividono il Mondo: a Giove va la parte terrena, ad Ade vanno gli inferi e Nettuno regnerà sugli abissi.

Nettuno però cercherà più volte di invadere la terraferma e possiamo interpretare astrologicamente questo aspetto come un volere dell’inconscio di venir fuori, in modo spesso anche violento. Inoltre, essendo anche inconscio collettivo e fermandosi in ogni segno per un così lungo periodo dà luogo ai movimenti di massa.

Nettuno, nonostante sia il re degli abissi, ha una certa fissazione per i cavalli. Sua madre sacrificò un cavallo per darlo in pasto al marito salvando il figlio, che più avanti si tramuterà nello stesso animale per accoppiarsi con Demetra che si era trasformata in giumenta per riuscire ad evitare le insistenti avance del dio. Inutilmente. Il cavallo va a rappresentare l’istintualità e la libido.

Vediamo così anche l’aspetto di mutamenti e trasformazioni che porta il pianeta.

Nettuno va studiato attentamente in un tema in quanto abbiamo le due facce di una stessa medaglia che portano a due risultati completamente opposti.

In senso positivo troviamo l’arte, la curiosità, la genialità, una fortissima forma di intuito. Dall’altra invece abbiamo turbe psichiche, isolamento, incapacità ad affrontare la realtà per quello che è ed allontanarsene con l’uso di droghe. Può anche portare ad una costante fuga dalle proprie responsabilità.

Nettuno però è anche sacrificio, rappresenta chi rinuncia a ciò che desidera per non cadere in errore.

Chiedo alle Stelle: Lavoro e Amore nel Tema Natale. P.1

Visto che l’idea sta piacendo sia a me che a voi, d’ora in avanti ci sarà un post il mercoledì dedicato alle vostre domande sui vostri temi natali. Ovviamente le risposte saranno pubblicate in forma anonima su zahrayakine.com.

“Buongiorno!
Ho letto con grande interesse le sue analisi astrologiche, davvero molto dettagliate e illuminanti. Le sarei grato se potesse dare uno sguardo al mio tema di nascita, e ancora di più se potesse consigliarmi per quanto riguarda la vita professionale, e sentimentale. […]  In riferimento al lavoro, sono nel complesso soddisfatto ma mi piacerebbe fare un salto di qualità ed essere più produttivo. Mi sento in qualche modo bloccato. […] 
Il lato sentimentale si può dire che non sia mai veramente decollato, in quanto sono sempre stato single a parte una brevissima parentesi […]. 

Grazie per la cortese disponibilità!”

astro_2gw_roberto_dal_blog.37372.216647Innanzitutto vediamo come è disposto il Tema. Abbiamo un solo pianeta sopra l’orizzonte, in più uno dei due luminari: la Luna. Questa posizione le dà molta importanza perché si ritrova a fronteggiare tutti i pianeti sotto l’orizzonte da sola.

La parte alta di un cielo astrale indica ciò che la persona esterna, al contrario la zona sottostante indica l’introspezione. Abbiamo quindi una persona che esterna molto i propri sentimenti? Probabilmente sì, ma con qualche difficoltà. La Luna infatti è opposta, anche se in maniera molto larga a Plutone, quest’ultimo pianeta indica anche il subconscio e tende a mentire ed occultare.

Quando ho letto l’e-mail, in particolare la frase “Il lato sentimentale si può dire che non sia mai veramente decollato, in quanto sono sempre stato single a parte una brevissima parentesi a fine 2005”, la mia reazione è stata pensare “ha la Luna in Ariete” aspetto che conosco molto bene. Infatti, avevo ragione.

La Luna in Ariete non è molto facile da gestire visto che si trova nell’esaltazione del Sole. Il Segno è improntato ad agire, invece il pianeta vorrebbe restare passivo e ricevere. Spesso le persone con la Luna in Ariete hanno difficoltà ad approcciarsi ai sentimenti proprio per questo motivo, inoltre l’impulsività spesso porta a non riuscire a focalizzarsi su ciò che si vuole, si parte e si agisce in base a sentimenti troppo momentanei per far si che l’azione che ne consegue porti a risultati duraturi.

In questo specifico caso abbiamo una serie di trigoni che, benché non siano aspetti disarmonici, portano a una sorta di poca forza nell’affrontare delle difficoltà. Spiegandomi meglio, in un tema in cui i quadrati hanno la meglio, un soggetto nasce e vive nelle difficoltà, al contrario chi è particolarmente pieno di Trigoni tende ad avere la strada spianata. Queste due formazioni iniziali portano con il tempo ad una costante capacità di affrontare gli ostacoli per gli uni ed alla tendenza a non fare granché davanti a delle difficoltà che non si avevano mai affrontate in passato per gli altri. In parole povere i quadrati ti danno sì le difficoltà nei settori in cui poggiano, ma anche la forza per affrontare queste stesse difficoltà. I trigoni si comportano esattamente al contrario. “La vita è facile” ma non si ha l’energia per cambiare le situazioni che non ci vanno bene.

Detto ciò, abbiamo una Luna in Undicesima Casa che si è circondata di Trigoni. Visto il settore in cui si trova, penso che nella vita di questa persona le amicizie siano legate ad un fattore sentimentale molto forte, che viene indirizzato dal trigono Luna-Mercurio verso un legame anche a livello intellettuale, ma anche più giovani visto che quest’ultimo pianeta indica anche la gioventù. Coinvolgendo anche Marte, che non solo è trigono alla Luna ma è anche congiunto a Mercurio, potremmo fare un’ipotesi sul fatto che questo feeling a livello intellettuale sia anche dovuto all’energia scaturita dalle persone giovani, ancora bramose di imparare e che hanno davanti un percorso nel quale è ancora importante agire.

Se questa interpretazione ti sta piacendo, mercoledì prossimo potrai  leggere la seconda parte. Se invece vorresti vedere il tuo tema, SCRIVIMI!

URANO

Incontriamo ora il primo dei pianeti transaturniani, ovvero dopo Saturno. Questa rappresenta la categoria dei pianeti non più visibili ad occhio nudo dall’uomo.

Urano compie il giro dello zodiaco in 84 anni, ovvero circa 7 anni per segno. Il suo dominio è l’Aquario (maschile) ed il Capricorno (femminile). Lo troviamo in esilio nei segni opposti di Cancro e Leone. Per quanto riguarda l’esaltazione e la caduta non c’è una linea ufficiale, ma alcuni studiosi ipotizzano che siano rispettivamente Vergine e Pesci.

Essendo questo il primo pianeta al di fuori dell’orbita di Saturno si allontana completamente dal suo controllo e ne va a rompere i severi schemi. Urano odia le regole.

La parola Urano deriva da Ur origine e an soffio, infatti questa figura è legata all’origine degli dei dell’Olimpo. Si narra che Gea, la madre Terra, decise di partorirlo per far sì che lui fosse suo compagno per l’eternità. Urano però era eccessivamente turbato dall’idea di perderla così decise di uccidere tutti i figli nati dal loro rapporto. Ma spesso si incontra il proprio destino sulla strada intrapresa per evitarlo, così Gea decise di salvare il figlio Crono che poi evirerà il padre. Dopo questo improvviso, sanguinoso evento Urano si isolò e non ebbe più nessun rapporto con Gea.

Infatti Urano è anche questo, l’isolamento inteso come (auto)esclusione dalla massa. Urano ci tiene molto a distinguersi, spesso è originale o all’avanguardia, credo che a suo modo sia consapevole di esserne superiore. Di fatti è legato alle figure di geni incompresi.

L’energia uraniana, benché simile a quella di Marte, è dinamica e diretta. Porta caos senza preavviso, stravolge le situazioni stabili anche perché non è affatto amante dell’ordinarietà.

È importante notare come questo pianeta elimini tutto ciò che è di ostacolo ad un percorso, i moti rivoluzionari sono suoi figli ed Urano quale Maestro dell’Aquario vuole la libertà ad ogni costo, anche se macchiata di sangue, a tale scopo fa emergere i conflitti. Tutto questo avviene in tempi stretti, strettissimi; gli eventi portano uno scompiglio dal quale non si riesce, e spesso nemmeno si vuole, tornare indietro sono fulminei.

Può sembrare che Urano agisca solo nel male, ma non è affatto così: in questo pianeta troviamo l’attenzione verso i problemi degli altri e la sua energia si pone nell’ottica di risolverli basandosi su valori collettivi.

Chiedo alle Stelle: “Che rapporto avrà mia figlia con suo padre?”

Visto che l’idea sta piacendo sia a me che a voi, d’ora in avanti ci sarà un post il mercoledì dedicato alle vostre domande sui vostri temi natali. Ovviamente le risposte saranno pubblicate in forma anonima su zahrayakine.com.

 “Ciao Zahra! […] riesci a vedere che rapporto futuro avrà [mia figlia] col padre? Al momento è quasi inesistente… A presto e grazie”

POST-06-05-20202

Per vedere la figura paterna in un tema natale si devono analizzare innanzitutto due pianeti: Sole e Saturno.

Per quanto riguarda il Sole abbiamo non solo una posizione in Sagittario, ma anche nella Nona Casa che è quella del segno stesso.

Casa e Segno indicano il lontano, il Sole è visto anche come la propria energia vitale e benché la mela non cada lontano dall’albero, questo è proprio il caso in cui la mela rotola beatamente via.

L’aspetto del Sole con Chirone (che indica spesso delle ferite) mi fa pensare che il soggetto cercherà la propria identità lontano dalle proprie origini. In parole più semplici possiamo vedere il Sole in Nona come un padre lontano, aspetto enfatizzato da Saturno in Ottava Casa che indica un padre occulto, nascosto.

Inoltre, Saturno in questo caso è in Scorpione. Questo può portare ad un vedere il padre come una persona particolarmente severa se non addirittura cattiva.

Il Sole è comunque in aspetto armonico con Urano in Prima Casa, quindi considerando Urano come spaccatura, non abbiamo un’evoluzione sofferta della questione, anzi da questa scissione verrà fuori un’energia positiva che porterà il soggetto alla ricerca di sé stessa.

A tal proposito è giusto osservare attentamente l’aspetto di quadratura tra il Sole in Sagittario e Nettuno in Pesci congiunto all’Ascendente. Nettuno porta una buona dose di confusione e fantasia, in Prima Casa questo caos riguarda proprio la personalità. La ricerca della comprensione della figura paterna può essere uno dei percorsi importanti che si affronteranno nella vita; ricerca spinta proprio dalla quadratura che è un aspetto che effettivamente rappresenta un ostacolo, ma dà anche l’energia necessari per affrontare le prove a cui si è destinati.

SOLE

Arriviamo ora a dedicare un post al pianeta più importante tra quelli astrologici: il Sole.

Uno dei due Luminari assieme alla Luna indica il proprio segno zodiacale.

Il Sole ha una rivoluzione di un anno circa, dovuta dal movimento della Terra attorno alla sua stella. Il suo domicilio è nel segno del Leone e l’esaltazione in Ariete, infatti il suo elemento è il fuoco. Per contro troviamo l’esilio in Aquario e la caduta in Bilancia.

Il Sole rappresenta la propria innata energia vitale; è fondamentale vedere tutti gli aspetti con gli altri Pianeti e la Casa in cui cade per capire come quest’energia verrà incanalata.

Qui troviamo il principio Maschile, mentre quello femminile lo troviamo nell’altro luminare, la Luna.

Indicando la parte maschile indica anche le figure maschili che ruotano attorno alla persona che si sta analizzando: il padre, lo sposo, il fratello maggiore.

Per gli antichi rappresentava l’occhio destro, ovvero il modo in cui si vedono le cose con raziocinio.

L’età indicata da questo pianeta è quella adulta, il periodo in cui si andrà e realizzare i sogni che si avevano da bambini.

Gli aspetti del Sole sono fondamentali. Il carattere di una persona è segnato dal momento della propria nascita sotto ad un determinato segno, ma tutto questo non è sufficiente.

Per la cultura cinese il sole rappresenta lo Yin, il giorno, la luce bianca, la bontà, il positivo. Al contrario la Luna rappresenta lo Yan.

Nell’analisi di un tema si può capire molto della persona che si ha davanti, guardando qual è il rapporto del Sole con il resto del cielo.

Se questo viene appoggiato dagli altri pianeti, che ne irradiano l’energia ovunque, avremo una persona estroversa, generosa, che ha molta tendenza al comando, solitamente un comando da leader e non da caudillo. Al contrario un Sole ostacolato porterà a non far fuoriuscire quest’energia e avremo una persona molto più introversa.

Il Sole infatti è il modo in cui agiamo consciamente.

Il fatto che il Sole abbia il suo domicilio in Leone la dice lunga sul tipo di modi che ha un tipo solare: controllati. La compostezza vuol dire molto perché è vero che si vuole essere al centro dell’attenzione, ma in senso positivo.

Vi lascio con una frase che mi ha colpito molto leggendo del Sole e del tipo solare:

 

“L’individuo solare è spesso buon padre e pessimo marito.”

Chiedo alle Stelle: che studi dovrebbe intraprendere mia figlia?

Posso chiederti due consigli sul TN di mia figlia? Mi preoccupa la sua estrema lentezza, ha un forte Nettuno e questo la rende sovente “nel suo mondo” le maestre si lamentano nonostante un profitto buono. Spero non rimanga così tutta la vita e sia solo una fase. Vorrei anche sapere su quali settori dovrà puntare: studi, ecc.

Ti ringrazio infinitamente per l’ottimo lavoro svolto e ti auguro il meglio che puoi ottenere dalla vita!

POST-06-05-20202Oggi analizziamo il tema di una bambina. Mi fa sorridere la preoccupazione della sua mamma perché sembra che la figlia abbia il mio problema opposto, troppo lenta lei mentre io mi lamento di essere sempre troppo veloce. Io invidio la lentezza perché dà la capacità di gustarsi i momenti più semplici, così come i più importanti, della vita.

Partiamo guardando la Casa Prima. Qui troviamo Nettuno in Pesci, quindi nel proprio domicilio, Chirone e molto più avanti Urano.

Nettuno in questa posizione espande molto la fantasia, il legame con la fede (qualsivoglia), dà una profonda spiritualità. Non mi stupisce che la madre dica “è sempre nel suo mondo”. Nettuno dà anche la capacità di trasformarsi, essere molto camaleontico.

Questo pianeta è anche molto legato al sociale, quasi in modo utopico. È facile che una persona con un aspetto del genere si troverà a creare molto in prospettiva di qualcosa di più grande di sé, qualcosa che raggiunga anche gli altri.

Nonostante Nettuno possa mascherare molto, soprattutto visto che è congiunto all’Ascendente, il proprio carattere in questo momento, con la crescita Urano si farà più forte; in modo particolare quando la ragazza compirà vent’anni e con il susseguirsi delle progressioni Urano raggiungerà l’Ascendente. Dopo l’adolescenza si vedrà veramente la forza di questa ragazza.

Per quanto riguarda la capacità di studiare, la mia opinione è che ora il rendimento è buono ma nulla di più perché, per ora, la bambina si annoia. A mia opinione l’interesse crescerà quando gli studi saranno più difficili, senza dubbio visto che troviamo sia il Sole che il Nodo Nord in Nona Casa: quella degli studi importanti.

La Nona Casa è anche quella del lontano, quindi secondo me sarebbe il caso di orientarsi verso uno studio linguistico, il Sagittario dopo tutto è il Viaggiatore dello zodiaco. Visto l’importante Nettuno possiamo ipotizzare che l’ideale sia guardare più verso i paesi orientali che occidentali, perché questi sono molto più vicini alla spiritualità che è fondamentale in questo cielo astrale. D’altro canto, lo stesso Nettuno potrebbe portare a degli studi infermieristici o il Sole in Nona filosofici.

Prendendo in analisi la progressione dei vent’anni, la scelta dell’orientamento che poi andrà ad incidere su tutta la vita potrà creare qualche attrito nel rapporto la madre, che di base è più che buono.

In conclusione, per quanto riguarda la lentezza, non penso ci sia motivo di preoccuparsi, non ci sono aspetti natali che indichino una mancanza di riflessi, ma solo molta riflessione; ciò significa fare le cose con la dovuta cautela anche se a costo di differenziarsi dalla massa.

LUNA

L’elemento della Luna è l’acqua, indica la mobilità e la variazione. Il suo Domicilio è nel segno del Cancro, l’esaltazione in Toro, di conseguenza l’esilio è in Capricorno e la Caduta in Scorpione. A differenza degli altri pianeti, i due luminari Sole e Luna hanno un unico domicilio e non uno maschile ed uno femminile. Il Sole ha quello maschile e la Luna quello femminile.

Il suo ideogramma rappresenta la Luna in fase crescente ma anche una falce o in alcuni casi una barca.

Compie il giro dello zodiaco in circa 28 giorni, attraversando tutte le fasi lunari.

Il periodo della vita a cui fa riferimento è l’infanzia: dalla nascita alla pubertà, infatti il suo significato è legato alla madre, alla fecondità, alla gestazione. Inoltre, si può vedere il forte legame con la natura e la vegetazione.

È legata alla funzione fisiologica della digestione ed intestinale oltre che alla riproduttiva. La Luna come principio femminile materno, ricettività, trasformazione e crescita. Rappresenta l’utero, il liquido amniotico, le doglie.

Il carattere lunare è nervoso, riflette all’esterno l’anima-animale, ma è anche intimità ed istintualità dell’Io.

L’aspetto fisico di chi ha una Luna importante nel proprio tema natale è infantile, i lineamenti del viso sono dolci ed il corpo tende alle curve.

I Greci avevano tre miti legati a dee lunari, tutte diverse tra loro:

  • Selene che riflette il sole e fertilizza le terre;
  • Artemide che porta sulla fronte la luna crescente e rappresenta l’anima fra lo spirito e la materia;
  • Ecate che è invisibile e quindi legata alla Luna Nuova, rappresenta l’anima dei morti e regge le forze magiche.

Essendo la Luna un riflettore della luce solare rappresenta un distributore di energia ed è un mezzo di adattamento alla vita ed alle sue esigenze.

La Luna ha una faccia nascosta e rappresenta tutto ciò che è inconscio. È molto importante anche fare un’analisi della fase lunare in cui si trovava la Luna al momento della nascita di un soggetto.

La fase dell’infanzia è indice dell’equilibrio psichico dell’adulto e questo passato tramite la Luna viene interiorizzato e sfogato durante il sonno coi sogni.

Gli aspetti che si creano tra Luna e gli altri pianeti sono fondamentali e se negativi possono dare vita a problemi affettivi, psicologici o con la figura femminile.

Chiedo alle stelle: “Si sbloccherà la mia vita?”

Settimana scorsa mi ha scritto una lettrice, quindi il post di questa settimana sarà dedicato a lei.

“Ciao e complimenti per il tuo bellissimo e interessante blog.
Avresti voglia di guardare il mio tema? […]
La mia vita è bloccata da anni, sia a livello affettivo che lavorativo. Sono mamma single da 7 anni. Spero che Urano sblocchi in maniera positiva la mia vita. Sono molto stanca e delusa. Ti ringrazio anticipatamente per l’interessamento.”
  

post-24-04-2020

 

Guardando questo cielo astrale per prima cosa spicca lo stellium in dodicesima Casa, che senza dubbio è uno degli effetti principali del tema natale. Il Sole, alla fine del Cancro è in Undicesima casa ma esattamente sulla Cuspide di quella successiva, quindi i suoi effetti si sentiranno maggiormente su quest’ultima: la Dodicesima.

I pianeti sono distribuiti maggiormente nella parte sinistra del tema (le case dalla X alla IV) anche se la parte destra non è completamente vuota: troviamo qui la Luna e Nettuno; questa premessa indica che la persona a cui appartiene questo cielo non è incline a lasciare che le cose le caschino addosso, anzi ha una forte tendenza a rendersi padrona del proprio destino.

Iniziamo analizzando i due luminari: Sole e Luna.

Tra questi vediamo che c’è un aspetto di quadratura perfetta visto che il Sole è a 26° del Cancro e la Luna a 26° dell’Ariete. Il Sole si trova nel domicilio Lunare, mentre la Luna si trova nell’esaltazione del Sole nonché domicilio di Marte.

Il Sole in Cancro è molto dolce, affettuoso, conservatore, ma di fatto questa è una posizione scomoda per lui, perché l’energia maschile va ad incontrarsi con quella femminile della Luna. La sensibilità lunare si manifesta nell’ io creando situazioni di sconforto dovute a una ricettività a cui non è pronto. La Luna al contrario (nel domicilio di Marte) si scatena in qualunque direzione i sentimenti la portino. La Luna in Ariete (io stessa ho la Luna in questa posizione) è una Luna estremamente impulsiva. Al segno energetico improntato all’azione uniamo l’instabilità emotiva lunare. A livello sentimentale non si è molto bravi a fermarsi in un punto perché tutti i sentimenti che si provano, danno anche una forte spinta all’azione. Chi ha questa Luna deve imparare a valutare. I sentimenti a volte sono dovuti semplicemente a delle sensazioni momentanee ed è per questo che è fondamentale ragionare e non correre a testa bassa come consiglia l’Ariete.

L’enorme energia e la voglia di lottare di questo tema si vede anche da Marte in I Casa. In questo settore il pianeta si trova benissimo essendo arietino, quindi con energia affine alla sua, il fatto che l’ascendente sia nel Leone dà anche un temperamento dinamico alla personalità, benché la maggior parte della Casa sia in Vergine, così come Marte.

Marte in Vergine fa si che l’energia che si usa per raggiungere i propri obiettivi sia ben ponderata, anche se in alcuni casi il risultato può essere frettoloso e disordinato; comunque lo scopo è l’azione. Non si resta con le mani in mano. La Vergine inoltre infonde precisione, premeditazione e costanza al pianeta.

Anche se non per gradi ma per segno possiamo vedere un trigono tra Giove in Toro in X Casa e Marte in Vergine in I Casa. Avere questi due pianeti in buona posizione tra loro aiuta molto nella realizzazione, il soggetto ha la capacità di far sì che le proprie azioni abbiano successo nella vita, oltre ad avere una buona dose di fortuna. Giove in Decima Casa è indice di realizzazione nella vita, soprattutto dal punto di vista lavorativo. Il lavoro indicato dalla Decima Casa però è quello indipendente e non quello da sottoposti, è facile che una persona con Giove in questa casa, senta il bisogno di essere libero in quello che fa, sì è molto ambiziosi e spesso questo può portare a una sorta di solitudine nella posizione che si andrà ad occupare. In questo tema la solitudine è molto presente a causa dello stellium in Dodicesima; risultato che può essere anche evitato con una profonda analisi. Questa Casa ha un forte legame con ciò che non è terreno, è quella dell’isolamento e dei posti legati a questo stato, ad esempio le carceri, gli ospedali o più alla larga gli stati di reclusione.

Se si prende in analisi la Casa Sesta, quella della quotidianità e del lavoro dipendente, vediamo che la cuspide cade in Capricorno ed il resto della Casa è in Aquario; questi segni sono governati da Saturno e Urano che troviamo rispettivamente in Dodicesima ed in Terza Casa. Abbiamo così una Sesta che attira a sé le loro energie portando solitudine sul luogo di lavoro e nella routine giornaliera, ma anche molta energia che a volte porta proprio a delle spaccature.  L’energia dei tre pianeti in Leone va a scontrarsi con la serietà della Casa Sesta. Saturno inoltre si trova in una posizione a lui scomoda in quanto in esilio nel segno opposto al proprio domicilio. È come se una bambina si fosse scontrata con la propria serietà prima ancora di aver avuto il tempo di crescere.

Urano in Terza non è di aiuto portando un’ambiente vicino molto dinamico ma anche dove ci si trova spesso a doversi scontrare con le persone più vicine.

Ho la sensazione di essere davanti al tema di una persona che appare molto più severa di quanto in realtà non sia visto quel Saturno congiunto alla Venere e a soli 5° da Mercurio.

Inoltre Mercurio è molto vicino al Sole e questo spesso porta ad essere molto concentrati su dettagli che fanno perdere di vista l’insieme delle cose.

La consultante dice che questo è un periodo in cui tutto è fermo. Ebbene in questo periodo Giove e Plutone sono opposti al suo Sole, Saturno si è appena spostato dal Capricorno per andare nell’Aquario, a fare opposizione ai pianeti natali nel Leone. Non è un periodo facile, ma i periodi di magra sono buoni per riposare un po’ e per mettersi a lavorare per il futuro. Sicuramente quando Marte si sposterà in Pesci e poi in Ariete arriverà una grande energia a rimettere in moto una situazione solo temporaneamente statica. Le cose andranno poi a gonfie vele quando Urano infonderà la sua energia su Giove natale.

MERCURIO

Mercurio è il pianeta più vicino al Sole ed ha la rivoluzione più breve, ovvero solo 88 giorni. Per questa vicinanza l’unico aspetto che fanno tra loro è quello della congiunzione.

Il suo simbolo è composto da croce, cerchio e semi cerchio verso l’alto. Come visto per il pianeta Venere la croce indica la materia, il cerchio lo spirito e a questi viene aggiunto un semicerchio che essendo aperto verso l’alto mostra la ricettività dell’infinito, l’intelletto.

Il suo elemento è la terra. Troviamo i suoi domicili in Gemelli (diurno) e Vergine(Notturno). Proprio Mercurio rappresenta un caso particolare, infatti, ha anche l’esaltazione in Vergine. È in esilio in Sagittario e in Pesci.

Quando in un tema spicca, si hanno caratteristiche fisiche molto efebili, volto grazioso, corporatura e atteggiamenti giovanili, spesso si inganna facilmente sull’età; non per nulla rappresenta la fase di vita dell’adolescenza.

Il mito di Ermes-Mercurio rappresenta molto bene quello che il pianeta va ad indicare: la mobilità, l’astuzia, la comunicazione.

Il piccolo Ermes nasce dopo un rapporto tra la madre Maia e Giove. Ancora piccolo uccide una tartaruga per costruirsi una lira e ruba i buoi del fratello Apollo.

Forse proprio per via della spiccata inclinazione all’imbroglio, Mercurio accantona in parte i sentimenti a beneficio della ragione e questa è strettamente legata all’apprendimento e al linguaggio come strumento di scambio di informazioni ma anche allo scopo di scambi commerciali.

La mobilità rappresentata da questo pianeta è anche indice di adattamento agli stimoli esterni, come vedevamo il simbolo riceve dall’esterno.

Come per altri pianeti  è bene notare la differenza tra i due domicili: Gemelli e Vergine.

Nel terzo segno dello zodiaco vediamo un Mercurio legato alla parola, alla comunicazione; nel sesto segno invece l’intelletto è più mezzo di analisi, percezione, studio creazione di opinioni, un po’ più burocrate. Con i Gemelli abbiamo un limite dettato dell’ambiente circostante, con la Vergine invece si è alla ricerca di maggiore equilibrio tra istinto e ragione.

Con Mercurio viene messo da parte quella che è l’etica in quanto la ricerca di informazioni ha maggiore importanza, quindi si è disposti a molto (se non tutto) per la sperimentazione e la conoscenza.