Orgoglio e pregiudizio

Una nuova storia ed i suoi personaggi, mi ha appassionata di recente. Così eccomi qui ad analizzare i personaggi di Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen. Ovviamente i personaggi di seguito incarnano solo alcune caratteristiche del segno e non tutte, quindi non fatevi intimorire dal verdetto!

  • Elizabeth Bennet: protagonista principale dell’opera di Jane Austen, è una giovane ragazza sempre allegra e che non ha paura di nascondere il proprio carattere. Ama particolarmente la sorella maggiore Jane e, spesso e volentieri, gioisce della felicità di quest’ultima. Particolarmente orgogliosa, può risultare maleducata agli occhi di alcuni. Nonostante la testardaggine, ammette i propri errori infatti alla fine del libro torna sui propri passi e sposa l’odiato Mr. Darcy. Per me è LEONE.
  • Jane Bennet: il personaggio più pacato della storia. La più bella tra tutte le ragazze Bennet e non, rischia di perdere l’amore della sua vita perché non è propensa ad esternare le proprie emozioni, la stessa Lizzie glielo rimprovera. Si occupa della famiglia dimostrando il suo lato serio e materno quando la madre sta male e il padre è corso a Londra a recuperare Lydia. Chi è così non può che essere TORO.
  • Fitzwilliam Darcy: tra i personaggi più severi, forse secondo solo alla propria zia, è un uomo di poche parole. Viene facilmente etichettato come antipatico a causa di questa sua caratteristica: rimane in disparte ai balli e non ama più di tanto la conversazione perché banale. Insomma ha un po’ la puzza sotto al naso. Benché giovane è un uomo di potere. Ha un’immensa tenuta e, anche per via del peso della propria posizione sociale, tutte le decisioni che prende sono dettate dalla ragione… finché non perde la testa. Secondo me è CAPRICORNO.
  • Signor Bennet: un personaggio che se non fosse per la moglie passerebbe completamente inosservato. Tranquillo e colto, si accontenta di non essere disturbato. Apprezza molto l’intelligenza e non esita ad additare le figlie come stupide senza rendersi conto che è anche colpa sua se sono così; dopotutto anche lui fa i suoi errori e non si dimostra troppo perspicace. Abitudinario e arreso alla propria moglie, non farà mai nulla per cambiare la situazione: VERGINE.
  • Signora Bennet: il superfluo fatto persona. Non bada che all’apparenza. Si dimostra talmente frivola da voler far fare alla figlia Lydia un matrimonio in pompa magna anche se è scappata con un ufficiale e di fatto le nozze servono solo a riparare il danno. Non riesco a trovare un segno tanto sciocco! Serve una combinazione di pessimi aspetti!
  • Charles Bingley: il personaggio più tenero. Bingley è il giovane innamorato di Jane che non esita un secondo a credere al proprio amico quando questi gli dice che lei non lo contraccambia. Nonostante tutte le sue buone qualità non riesce a credere a sé stesso, sbagliando. Scoperta tutta la verità perdona l’amico e trova la forza per sistemare le cose. Lo dichiaro SAGITTARIO!
  • George Wickham: la persona con più fascino di tutto il romanzo. Gentile, bello, simpatico… da un lato. Meschino, incline al vizio, codardo dall’altro. Wickham piace a tutti, fin tanto che non è conosciuto. Lascia debiti alle spalle e spesso sono altri a doverli pagare. Un personaggio del genere non può che essere SCORPIONE.
  • Lydia Bennet: Stupida nell’età della stupidera. Non pensa un attimo in tutto il libro. Combina guai e non le interessa, probabilmente non se ne rende nemmeno conto. Pensa solo agli ufficiali, ai cappellini e a ridere come un’oca. Stolta. La stessa madre dichiara che compie gli anni a Giugno, mi trova d’accordo: GEMELLI.
  • William Collins: sin dall’inizio arriva alla tenuta di Longbourn per trovare una moglie tra le cugine, non importa troppo chi. Punta Jane, che però è già promessa, poi Elizabeth ma questa lo rifiuta. Devoto alla propria protettrice Lady Catherine de Bourgh è intenzionato a non tornare a casa senza una moglie e fortunatamente Charlotte è disponibilissima! Il suo attaccamento alla protettrice/padrona mi fa pensare sia un CANCRO.
  • Charlotte Lucas: per me è questo il personaggio più astuto di tutti. Ragazza bruttina e senza dote tesse la propria tela attorno a Mr. Collins fino a che questo non le chiede di sposarlo e lei prontamente accetta. La poca probabilità di sposarsi la porta ad un compromesso con la vita razionalizzando l’amore: BILANCIA.

Questa mia visione dei vari personaggi è dovuta anche alla stupenda interpretazione che ne fa Paola Cortellesi per Emons libri&audiolibri.

orgoglio-e-pregiudizio-gold-edition-duze

Spero che questo post sia piaciuto e chi volesse farmi sapere la sua opinione può scrivermi in privato o nei commenti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: